Home Attività Agonismo

Breve resoconto della giornata di gare, l'articolo completo sarà pubblicato nel prossimo numero del "GIORNALINO DI BORDO"

La cronaca della gara inizia con la categoria “esordienti” maschile, visto che fra le donne presenti,non c’è nessuna appartenente a questa classe.

Il primo a partire è il nostro Davide Rapezzi che con una condotta di gara regolare (provata solo pochissime volte in allenamento), porta a termine i 50 mt esattamente nel tempo dichiarato di 1’.00” ,00 consapevole che nessun’altro potrà toglierli la vittoria. Ottimo anche il 2° posto dell’altro atleta di casa Andrea Lisi che compie la sua prestazione in 40,5”. Per i colori del GAS chiude il gruppetto Giacomo Butini che ,forse per l’emozione dell’esordio, si impone un ritmo un po’ più veloce del previsto che gli porta uno scarto di 6,40” dal tempo dichiarato. Procediamo a salire con le categorie dove in 2^ femminile c’è una sfida al decimo di secondo fra la nostra Lara Carapelli e Tiziana Goti del Barracuda Sub PT; la spunta quest’ultima per solo 1,3” e la rivincita è dichiarata per la domenica successiva proprio a Pistoia.

In 3^ nessuna difficoltà a dichiarare la vittoria di Palmucci Niccolò del Monsub Jesi in quanto unico partente. In 2^ maschile, la spunta Bravi Federico del Monsub , che riesce a percorrere i 100 mt previsti con uno scarto di 2” ,uno in meno di Dionoro del Barracuda Sub. Per la 1^ femminile, sfida in famiglia fra Venturini e Banderali della LN Genova Quinto con quest’ultima che non riesce a raggiungere i 100 mt previsti a differenza della sua compagna di Club. Si comincia a parlare di lunghe distanze con i 125 mt da compiere

per la 1^ cat. Masch. dove c’è grande attesa per l’atleta del G.A.S. Siena Sampieri; nonostante la grande pressione addosso (che in uno sport come il nostro ha un peso determinante) l’ottimo Sauro conclude la distanza con uno scarto di soli 40/100 dal tempo dichiarato: esplode l’urlo dei presenti !!! Dei nove partenti , il solo Sotgiu (Dive Free Roma) percorre i 125mt previsti oltre a Sauro ma lo scarto di 5” gli vale la 2^ posizione finale.

Entriamo adesso nella categoria “Elite” che ,a differenza delle altre, non prevede una classifica giocata sullo scarto determinato fra il tempo dichiarato ed il tempo realizzato, ma elegge il vincente in base alla maggiore distanza percorsa. Tra le donne c’è un’altra sfida in famiglia , questa volta fra le marchigiane Federica Colombo e Annamaria Boccolini. Vince la Colombo con 10 mt in più della compagna di squadra. La gara termina con la “Elite” maschile dove si registra l’ottima prestazione di Gonfiantini (Barracuda Sub) che chiude con 137 mt .Seconda posizione per Luigino Ceppi del Monsub che ,nonostante abbia superato gli…anta da un bel po’,ci regala 150 mt con una tranquillità invidiabile!

La vittoria va a Diego Gentili del Dive Free Roma; autore di una prestazione di assoluto valore ,portata a termine utilizzando una tecnica molto particolare che esalta l’autocontrollo e lo sfruttamento massimo del movimento. Per lui 179,77 mt nel tempo di 2’.40”,00 che lasciano stupiti ed ammirati tutti i presenti. Complimenti davvero !

Questi bellissimi risultati tecnici gratificano anche noi organizzatori che alla prima occasione possiamo scrivere nell’albo d’oro una bella pagina di sport.

Siamo giunti ormai al cerimoniale delle premiazioni e per far ciò ci spostiamo presso l’Auditorium della “Banca Monteriggioni” che ci ha gentilmente messo a disposizione questa bellissima struttura per l’occasione. Dopo i ringraziamenti di rito passiamo ai vari “medagliati” con la consegna dei premi offerti dalla FIPSAS e dai vari sponsor.

Non posso non menzionare il gran lavoro svolto da Amira e Michele Rapezzi; sono riusciti a rimontare le immagini della gara a velocità supersonica, proiettandole sullo schermo gigante alle spalle del podio, consentendo agli atleti di rivedersi e commentare la prestazione ottenuta.Certamente , dopo lo sforzo, c’è bisogno di reintegrare energie e qui ci vengono in aiuto gli amici del “Bora Bora”: via al rinfresco!! Si comincia con la porchetta passando attraverso crostini, pizzette, affettati, pastasciutta, dolci ed ogni altro ben di Dio! Bisogna ammettere che più che ad una gara sembrava di essere ad un matrimonio!!

Adesso possiamo veramente dire che tutto è filato liscio e la manifestazione è riuscita nel migliore dei modi. Nel salutarci, i partecipanti già si prenotano per il prossimo anno e questo è senz’altro un buon motivo per sentirci ripagati di tutti i nostri sforzi.

Appuntamento al 2010 !!

 

Vedi foto 1° Trofeo "Città di Siena"

 

Agonismo